mercoledì 29 giugno 2011

mercoledì 29 giugno 2011

Primi esperimenti: collana Drago

Quando ho cominciato a sperimentare con il filo metallico e la tavola wig jig (non ricordo mai se si scrive in questo modo!), ho fatto una serie di collane ed orecchini abbastanza bizzarri e dai colori improbabili. E sebbene l'idea non fosse proprio da buttare, i risultati non mi sono piaciuti moltissimo.
Ovviamente, nello sperimentare, la primissima cosa che ho dovuto conoscere, è stata la consistenza del filo metallico. Dal rame, all'argento, all'acciaio intenerito fino ad arrivare all'alluminio.
La cosa bella dell'alluminio è che si lavora con una facilità estrema e che è di una leggerezza unica. Per cui, anche a voler creare cose decisamente "pesanti" dal punto di vista visivo, si riesce comunque ad avere una cosa molto leggera, proprio perchè l'alluminio è quasi privo di peso.
La cosa brutta però è che i colori lasciano molto a desiderare. Il color argento è opaco e spento (giustamente è color alluminio) il dorato è giallo ossido che, anche se qualcuno lo trova carino, io onestamente no. Però, come si dice, sbagliando s'impara e provando anche di più.
Ovviamente, nel tentativo di fare queste volute artistiche, ho anche scoperto che la tenerezza dell'alluminio, mal si adatta ai martellamenti per alcuni tipi di colori (l'alluminio si trova dello spessore di circa mm 1.50/2.00 in vari colori, ovviamente il colore altro non è che una pellicola, che messa alla prova col martello si rovina. Ho scoperto successivamente che basta coprire il filo prima di martellarlo, ma resta comunque il problema colore!).

Quindi, nel presentarvi questa bizzarra creazione, vi prego di tenere in considerazione quello che vi ho appena detto.
C'è da dire comunque che un risultato così, con fili più duri come il rame argentato o dorato, ancora non sono stata in grado di averli.

Quindi ve la presento, lei è la Collana Drago, ispirata ad un disegno visto molto tempo fa di fattura cinese.


Come sopra anticipato, il filo è in alluminio da mm 2.00 e le perle sono Miracoli di Perles & Co. rosso fuoco.


E' piuttosto particolare, ma vista indossata fa la sua bella figura. L'unica cosa che mi lascia perplessa, come vi dicevo, è il colore del filo.


Col tempo ho fatto un'altro paio di esperimenti con il filo in alluminio, che però vi mostrerò nei prossimi giorni.
Mi rendo conto che a volte potrei evitare di criticare le mie stesse creature no? Però... leggendo qua e là, ho imparato molte cose proprio dalle critiche che alcune artiste facevano del loro lavoro. A volte erano solo considerazioni che però mostravano la strada da NON prendere per avere dei risultati discreti.
Quindi... spero che le mie considerazioni, vi possano aiutare a capire qualcosa di più, specialmente per chi sta iniziando ora, io ricordo con che avidità (ed è ancora così) cercavo informazioni su qualsiasi nuova tecnica io volessi imparare..... Insomma, alla fine spero di esservi di aiuto in qualche modo.

Buona giornata.
E.

12 commenti:

  1. ciao Erika, bella la collana molto originale. Continua a sperimentare perchè le tue idee sono innovative e piacevoli
    buona giornata di caldo

    RispondiElimina
  2. se non ricordo male l'avevi postata sull'altro blog, sbaglio?! beh, mi piaceva allora e continua a piacermi molto!:) sono curiosa di conoscere i nuovi esperimenti!
    a presto
    barbara

    RispondiElimina
  3. Ciao, la tecnica wire , non è facile ,bisogna provare , provare, e provare ancora..... , non ci sono informazioni, bisogna solo sperimentare e tanto...( almeno io compro giornali dall'america ma non ti dice come si lavora, ti fa solo vedere il progetto come si fa... il resto è solo esperienza e manualità)la tua creazione per essere la prima e già un buon lavoro...!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Simo, ti ringrazio, è un po' pacchiana come creazione e lontana dai miei gusti, ma ho visto che a molte è piaciuta.

    RispondiElimina
  5. Ciao Barbara, ricordi bene, è una creazione che ha quasi un anno, ma o voluto ripostarla solo perchè sto cercando di dare un senso alle differenze dei fili metallici. Sono un po' arenata in questo periodo. L'estate mi uccide. Un bacione.

    RispondiElimina
  6. Ciao Lulu, si beh con questa tecnica c'è sempre da mettere in conto una buona dose di filo metallico da buttare, del reso è così che s'imparano i segreti no?
    Grazie di essere passata.
    Erika

    RispondiElimina
  7. l'idea è senz'altro originale! io la trovo di buon gusto e non mi sembra esageratamente pesante anzi, penso che la lavorazione del metallo ni questo modo aggiunga qualcosa di nuovo nel panorama dei bijoux! molto bella!
    baci
    francy

    RispondiElimina
  8. La collana è interessante, un po' troppo strana per i miei gusti, ma decisamente interessante. Anche io sono molto critica con il mio lavoro, ma la vedo come una cosa positiva, non si critica per denigrare il lavoro, ma per fare meglio la prossima volta! Mi sembra un buon risultato per i primi esperimenti!

    RispondiElimina
  9. Ciao Francy, ti ringrazio. Magari non è visivamente pesante come creazione, ma non rispecchia il mio personale gusto. Ovviamente, non si possono fare solo cose che piacciono a noi...
    Ciao Erika

    RispondiElimina
  10. Ciao Roberta, questa creazione risale ad un anno fa, ormai direi che c'ho preso la mano e devo essere onesta, questa collana non rispecchia neanche i miei di gusti, ma tant'è, non si fa solo quel che ci piace, specie se si desidera commercializzare quel che si fa.
    Ciao

    RispondiElimina
  11. Erica che bella!!!! Sai che io adoro il filo di metallo e la sua lavorazione e questa mi piace moltissimo. Hai ragione per quanto riguarda la consistenza dei fili...io l'alluminio l'ho usato diverse volte, soprattutto per lavorazioni che richiedevano il filo spesso...l'unica cosa che mi lascia sempre un po' così è la sua tenerezza...messo su una chiusura ad S non è che poi si spezza?
    Hai provato?
    ciao Grazia

    RispondiElimina
  12. Ciao Grazia,
    diciamo che vale sempre il principio che una volta martellato, s'indurisce, ma io non lo userei per chiusure o intercalari, tanto più che non è un metallo particolarmente lucido, come piacciono a me.
    Solitamente quando faccio una creazione, la indosso una giornata. Solo così scopro i punti deboli e posso eventualmente sistemarli. Ti posso assicurare che ce ne sono.... eheheheh!
    Ciao Erika

    RispondiElimina

Preziosi Commenti

 

Preziosi Bijoux Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | Ugg Boots Sale | web hosting