mercoledì 6 marzo 2013

mercoledì 6 marzo 2013

Confezione

Ho ripreso il corso di cucito, che per questa seconda parte si chiama Confezione. Altro non è che un consolidare di quello che abbiamo imparato nel primo corso.
Non ero certa di volerlo fare a dire il vero, tanto è vero che a fine gennaio non avevo dato conferma, ma eravamo rimaste d'accordo, io e Rosita, l'insegnante, che mi avrebbe eventualmente chiamata per capire se sarei andata o meno.

Convinta dall'estrema soddisfazione e dalle insistenze di mia mamma, ho deciso quindi di farlo, ma Rosita non si è più fatta viva.
Non mi sono persa d'animo e l'ho chiamata per capire cosa aveva intenzione di fare. 
Detto fatto, lunedì l'ho chiamata e ieri sera ho ripreso.

Per questo corso ci ha dato il librone della Marfy, quello con tutti i modelli, qui sotto vi metto delle foto.



Ieri sera quindi ho iniziato una camicia, non ho fatto foto ieri sera, me ne sono dimenticata, ma non mancherò la prossima settimana.
Quello che mi ha infastidito ieri sera è una cosa che vi voglio raccontare, mi piacerebbe sapere il vostro parere al riguardo.


Al corso siamo in 8, di cui 6 sono al primo corso e in due siamo al secondo. Io e una ragazza di colore.
Premetto che penso di essere una persona molto disponibile e molto generosa, ma non mi piace la gente che ne approfitti.


Io inizio a disegnare la mia camicia, segno taglio, punto, insomma vado avanti con le mie cose.
Lei mi domanda di prestarle la forbice... e io gliela do.
Poi mi chiede gli spilli... poi il gesso per segnare la stoffa, poi il metro per fare una misura, poi la gomma da cancellare.
Ora... non è un problema se usi la mia roba, purchè io non debba passare metà del corso ad aspettare che tu finisca di fare le tue cose.
Arriva che deve iniziare a cucire il suo abito (arancione fluo!), prende la macchina di Rosita (l'insegnante) e le chiede il filo.... 
Rosita la guarda stranita e le fa notare che lei porta le macchine nel caso qualcuno sia sprovvisto, ma che non ha fili per tutte e di tutti i colori, che siamo noi a doverli portare, tanto più che un arancione fluo non è proprio un colore normale.
Lei si volta dalla mia parte e mi dice "Tu hai filo per me? anche bianco va bene!".
Caso vuole che non ce l'avessi, la mia camicia è blu notte, per cui avevo fili scuri e basta. Le dico di no, che mi spiace. Lei chiude la macchina un po' scazzata e si prepara per andare via.

Ora... io sono anche generosa, ma mi auguro non pensi che le finanzierò tutto il corso!!!!
Voglio dire, ti iscrivi, non è il primo che fai, sai come funziona. 
Ovvio che non è per lo spillo o per il gesso. E' proprio questione di comodità, se mi serve tagliare io devo avere la mia forbice, me la sono comperata e la devo poter usare. Non posso ogni volta aspettare che tu la usi.
Poi sta cosa del filo mi ha sconvolta. Vieni con la stoffa ma non porti il filo? E chi doveva portarlo per te scusa? 
Se capita una sera che ti dimentichi le cose, va bene, non è un problema. E' capitato anche a me, solo che io abito a 2 minuti e torno a casa a prenderle, ma se la sua è un'abitudine, e da quello che ho capito lo è... non mi sta più bene.
Perchè come io ho speso 3.50 per tre gessi colorati e uno bianco.... credo li possa spendere pure lei. Come io ho speso soldi per la forbice (e nemmeno pochi) penso anche lei se la possa permettere, altrimenti perchè fare sto corso?

Sono io che sono troppo cattiva e polemica?

Mah

Ciao
Erika



11 commenti:

  1. non sopporto gli scrocconi, non sei cattiva!!!!!
    sono 35 anni che Marfy entra in casa di mia mamma abbiamo anche la fighissima versione spose, dove si sono presi gli abiti nozze x me e mia sorella.
    E' bellissimo anche solo sfogliarlo. baci
    sandra frollini

    RispondiElimina
  2. Io sono forse un po' troppo possessiva delle mie cose, quindi non faccio testo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non si tratta di essere possessivi, io lo sono con i libri e i DVD. Li presti alla gente e non tornano mai indietro. Mi fido di mia mamma, stop. Nessun altro!
      Per queste cose trovo assurdo doverle chiedere ad un corso.... cavolo ti sei iscritta, organizzati!

      Elimina
  3. Ho anche ingenuamente e bonariamente pensato che magari è in difficoltà come molti altri, ma allora perchè spendere 350 euro di un corso? Se è in difficoltà io una forbice e un gesso glieli posso pure regalare, ma non posso fare da finanziatrice del suo corso, prestandole continuamente tutto il materiale che serve, anche perchè io non sono ricca e a me non viene gratis!!!
    Si il catalogo Marfy è una figata, non l'ho ancora guardato tutto, ma ho già visto cose che vorrei farmi!!! :D

    RispondiElimina
  4. E per me cosa fai???
    Basetti
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah al momento non ti conviene affidarti a me eh!!! Meglio che sperimenti su di me prima!

      Elimina
  5. Mamma mia che nervi che mi ha fatto venire la tipa!!!!! A occhio e croce è una di quelle classiche persone che si adagia sul fatto che tanto non c'è bisogno che si organizzi, che si preoccupi, che ci sarà sempre qualcuno sulle cui spalle gravare... come quelli, scusa il paragone forse eccessivo, che fanno 10 figli e poi chiedono aiuto allo Stato (noi!), perché non ce la fanno: ma scusa, pensarci prima no???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si.... sono d'accordo con te. Ora vedo come gira la prossima settimana, se vedo che l'andazzo è quello, o le sto a debita distanza, o le dico chiaramente e senza cattiveria, che io non posso finanziarle il corso, che se ha deciso di farlo... viva Dio, si organizzi! Anche perchè 3 ore non sono poi così tante con tutto quello che c'è da fare! Non posso perdere 15 minuti ogni tot perchè lei ha le mie cose.

      Elimina
  6. Quoto Sandra. La prossima volta che ti chiede qualcosa: "eh ma mi serve". A forza di sentirselo dire 4-5 volte la pianterà, spero.
    Poi non è che parliamo di cose astruse.. forbici, spilli e una spoletta di filo li abbiamo tutti in casa.
    Non è come dire "vado a fare il corso per ricostruzione unghie" che i materiali te li devono dare per forza perchè fino a poco tempo fa se non avevi la partita iva non riuscivi nemmeno a procurarteli.
    Io ero rimasta ferma ai Burda, vogliamo parlare di quella tunica azzurra, nella prima foto? Se penso che non riesco mai a trovare nulla da abbinare ai leggins...!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ancora spulciato per bene il libro a dire il vero, ho aperto a caso e pure io ho puntato la tunica... ho anche la stoffa adatta volendo.... provo eh, poi ti dico cosa viene! :D

      Elimina
  7. ahahahahhahahahah... non cambia nulla quando si va a scuola, qualunque sia la scuola......qualunque sia il corso, c'è sempre qualcuno che non si porta il materiale necessario........... l'unico in cui non c'è questo problema è il corso di ballo: mica puoi chiedere in prestito i piedi!!!!!!!!!!!
    Quanto mi piacerebbe imparare a cucire!!!!!!!!!!! Ma sono davvero negata, ero la disperazione della mia prof....... ai miei tempi a scuola le "femminucce" dovevano imparare a cucire!!!!!!!!

    RispondiElimina

Preziosi Commenti

 

Preziosi Bijoux Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | Ugg Boots Sale | web hosting