mercoledì 12 giugno 2013

mercoledì 12 giugno 2013

Anteprima pantalone

Ieri sera sono andata alla penultima lezione del corso. Ho giusto il tempo per terminare i pantaloni e forse mettere le mani di nuovo sulla camicia di mio marito.

Oggi voglio raccontarvi cosa ho imparato e mi scuso se non sarò molto precisa.

Prima di tutto ho fatto il cartamodello del pantalone in base alle mie misure.
Il disegnino qui sotto è solo per fare un esempio di come viene il disegno con qualche riferimento, ma ovviamente è stato fatto su due piedi e senza guardare bene le misure, ma il cartamodello a dimensione reale è ovviamente corretto.

Ho tagliato la carta e preparato la stoffa. Ho scelto un color corallo, un lino-cotone fresco e facile da cucire.
Una cosa interessante è che mi è stato spiegato che il cartamodello va posizionato sulla stoffa ripiegata a metà (dove la parte interna è il dritto) ma va fatta molta attenzione al DRITTO FILO, ossia la linea della metà della gamba deve essere tutta alla stessa distanza dalla cimosa, dalla vita alla caviglia. Questo garantirà, anche per i tessuti più difficili, una caduta del pantalone dalla vita in giù, perfetta.

Una volta fatta questa operazione, si puntano gli spilli, si segna col gesso il contorno del cartamodello e poi anche i centimetri per le cuciture. In questo caso 2 per i fianco gamba e 3 per vita e fondo pantalone.


Ammetto di aver scelto un modello abbastanza semplice, senza piches e di taglio sportivo e largo, proprio come piacciono a me.
Se decidete come me di fare le tasche applicate, anch'esse vanno disegnate e poi riportate su tessuto, ricordandosi di aggiungere i centimetri cucitura.

Una volta tagliata la stoffa, riporto con le marche il fondo, la vita e la posizione delle tasche, poi procedo con l'imbastitura e la cucitura dei fianchi delle gambe del pantalone. Se avete deciso di mettere le tasche come ho fatto io, ricordate di applicarle prima, altrimenti dovrete scucire mezzo pantalone come è capitato a me ieri sera!!!
Fatto questo appoggio la cucitura del cavallo davanti e dietro in modo che combaci perfettamente e cucio la parte davanti e la curva del sedere facendo molta attenzione a TIRARE AL MASSIMO la stoffa. Ricordatevi che se non lo fate, la prima volta che vi sedete, rimanete in mutande!!!
La cucitura del cavallo e del davanti e dietro, va ripassata due volte per renderla forte.
A questo punto provo il pantalone, segno la lunghezza dell'orlo così come l'avete decisa e poi controllo che la vita vada bene con un piccolo segreto.

In questo modello ovviamente la vita è larghissima, ho infatti deciso di inserire un elastichino e la coulisse come nel modello che avevo visto. Quindi, prima di procedere con altre cose, ho fatto un'imbastitura lunga in vita lasciando le estremità del filo più lunghe e una volta indossati i pantaloni ho tirato a mo di coulisse e il pantalone si è arricciato. Se va bene, potete procedere con i fori per il laccio passante.

Quindi... su uno strato solo di tessuto (non fate come me che ho messo il tessuto doppio è ho porcato un mondo per togliere i punti!!!) faccio due occhielli di circa 1 cm e mezzo a 2 cm dal centro del pantalone, utilizzando il vostro piedino apposito, proprio come doveste poi mettere dei bottoni.

Una volta fatto questo, potete ripiegare il tessuto sulla vita calcolando l'altezza dell'elastico da far poi passare all'interno....



Ecco, sono arrivata a questo punto. Il pantalone è praticamente finito, manca davvero poco. Passare l'elastico, fermarlo, passare il nastro per la coulisse e fare l'orlo.....

Li ho già provati ed è stato subito amore!!! Credo ne farò un altro paio e nei prossimi giorni ve li farò vedere indossati.....

Trrroppoooo belli!

Scusate per la noia... ahahah!

Erika

2 commenti:

  1. ma che belli!! devo decidermi a fare anch'io un corso di cucito!!

    RispondiElimina
  2. wow che meraviglia!!! Tra poco aprirai un Atelier ;)

    RispondiElimina

Preziosi Commenti

 

Preziosi Bijoux Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | Ugg Boots Sale | web hosting